BannerTopDEF2

Nota dei Vescovi dell'Emilia Romagna sulla catechesi ai giovani

"Ci ritroviamo di nuovo a dovere confrontare le nostre attività con questa grave ripresa della pandemia. Dobbiamo essere attenti al bene di tutti, del quale siamo responsabili, e ridurre il più possibile le occasioni di diffusione del contagio. Fino al 3 dicembre 2020 in Emilia Romagna sarà in vigore un’ordinanza secondo la quale i corsi di formazione, di qualunque genere o natura, organizzati da soggetti sia pubblici che privati, possono svolgersi solo con modalità a distanza. Pertanto, fino al 3 dicembre, è possibile svolgere in presenza gli incontri di catechesi per l'iniziazione cristiana dei bambini e dei ragazzi, ottemperando scrupolosamente tutti i requisiti richiesti, cioè osservando i protocolli già noti ed evitando assolutamente incontri senza il distanziamento necessario. E’ conveniente sospendere gli incontri in presenza di catechesi e formazione dalla secondaria di secondo grado in poi, preferendo in questa fase la modalità on line. Nel caso si continui in presenza è necessario che siano ottemperate rigorosamente tutte le condizioni di sicurezza, tenendo gli incontri in ambienti grandi come ad esempio le chiese, con il rispetto dei requisiti richiesti dal Protocollo d’intesa con la Confessione Cattolica del 7 maggio 2020 e successive integrazioni, come mascherina igienizzazione personale e dei luoghi, distanziamento, posti assegnati". Con questa nota gli Arcivescovi e i Vescovi dell’Emilia Romagna hanno fatto chiarezza circa le disposizioni sugli incontri di catechesi che potranno continuare in presenza ma solo se verranno soddisfatte le misure anticontagio. Alcune parrocchie della diocesi hanno deciso di organizzarsi con incontri su piattaforme online, altre hanno invece optato per la suddivisione settimanale dei ragazzi in piccoli gruppi.