BannerTopDEF2

Omelia del Vescovo Ovidio nella celebrazione esequiale di don Remo Toscani

«Di me è scritto che io faccia il tuo volere» (Sal 39/40)

 

Omelia nella celebrazione esequiale di d. Remo Toscani, canonico della Cattedrale di Fidenza e parroco di S. Paolo in Fidenza

 Chiesa parrocchiale di S. Paolo (12 gennaio 2022)

 

Supplica, lamento e rendimento di grazie si alternano nella preghiera del Salmo 39/40 che abbiamo pregato, lasciando trasparire la professione di fede dell’orante davanti a Dio. È in questa prospettiva che intendo proporre all’attenzione di tutti alcune tracce della testimonianza e dell’eredità spirituale e umana che d. Remo, parroco di questa comunità cristiana per un tempo considerevole, ci consegna. Tutto ciò va sottolineato al presente; è vero, d. Remo, passato attraverso la morte, sta ora davanti al giudizio di Dio e sotto lo sguardo della sua misericordia, ma la sua presenza è sempre viva perché egli vive in Cristo, crocifisso e risorto dai morti. Pertanto non intendiamo relegare la sua testimonianza al passato, ma accoglierne la attualità viva, l’autentica consegna di atti di amore compiuti nella fedeltà all’Evangelo, alla Chiesa e all’umano, che non ha mai disdegnato di incontrare sul suo cammino di ministero sacerdotale.

Lo sfondo sul quale si staglia la preghiera del salmista è rappresentato da un atteggiamento: l’obbedienza davanti a Dio e l’ascolto della sua Parola con la vita: «Ecco, io vengo. Sul rotolo del libro di me è scritto, di fare la tua volontà» (v. 8b). Questa è la condizione necessaria per leggere la storia personale e universale come guidata dal Signore provvidente su vie di libertà e di vita. La preghiera del salmista non cade nella trappola di un fideismo esasperato e senza prospettiva, ma si rivela atto di abbandono fiduciale proprio di chi ha fatto esperienza della fedeltà di Dio alla parola data e alla benedizione promessa. Il sacerdote di Dio d. Remo, lo sottolineiamo senza retorica, ci consegna, anzitutto, la luminosità di una vita segnata dall’obbedienza alla Parola ascoltata, meditata, pregata, celebrata e, pur nel limite della propria umanità, vissuta nel quotidiano. Il suo «Ecco io vengo per fare la tua volontà, Signore», sta fondato sull’oggi di Dio che è vita eterna e pienezza di comunione con l’Unico.

La vita di d. Remo, in secondo luogo, è racconto della fedeltà di Dio, mai venuta meno, anche nei tempi più difficili da accogliere (vv. 2-4a). Il salmista, nella sua preghiera, delinea con tratti commoventi il venire incontro del Signore alla sua situazione esistenziale: «Si è chinato, ha dato ascolto [...], mi ha tratto [...], ha stabilito [...], ha reso sicuri i miei passi [...], mi ha messo sulla bocca un canto nuovo». Questa esperienza rafforza la speranza dell’orante e conduce a coglierne il fondamento ben oltre la semplice emozione. Questo è avvenuto anche nella vita di d. Remo, soprattutto nel tempo della notte della sofferenza quando è difficile intravvedere una consolazione, perché le parole umane non bastano più.

In terzo luogo, considerando il contesto liturgico della confessione di fede, il salmista esorta l’assemblea a riporre la fiducia nel Signore, sorgente di beatitudine e di speranza non illusoria. Contrapposto alla presunzione della ricerca di una realizzazione di progetti iniqui, sta l’abbandono obbediente di chi spera in lui:

«Beato l’uomo che ha riposto la sua fede nel Signore, colui che non si rivolge ai potenti, ai perduti nella menzogna. Quante meraviglie per noi, Signore mio Dio, quanti progetti per noi: nessuno è come te! Io vorrei annunciarli e proclamarli, sono troppi da raccontare!» (v. 5-6).

D. Remo non ha mai smesso di esortare la sua comunità a tenere ben fissi gli occhi sul Signore unico della storia, a vigilare con attenzione sulle seduzioni proprie dei criteri del mondo, della visibilità a tutti i costi, della notorietà di sé, della bramosìa del denaro e della rincorsa ad occupare posti ritenuti prestigiosi dai potenti di turno. Tutto questo racconta della libertà dei discepoli del Signore; è segno, senza equivoci, della genuinità del suo agire senza interessi altri che non siano la fedeltà all’Evangelo e alla edificazione della Chiesa nell’unità e nella concordia.

In quarto luogo, quali sacrifici Dio gradisce? (vv. 7-11). Davanti al bisogno di esprimere, attraverso l’offerta di olocausti e vittime di espiazione, il proprio ringraziamento al Signore per quanto ha operato, il salmista rimanda alla sapienza della Parola che rivela l’orientamento di vita per chi si lascia aprire l’orecchio (cfr. Is 50,5) come il servo obbediente. L’ascolto della Parola con la vita è il vero sacrificio che Dio gradisce: «Non hai voluto né sacrificio né offerta, mi hai aperto gli orecchi, non hai chiesto né olocausto né espiazione, allora ho detto: “Ecco, io vengo”». Penso a d. Remo nel suo ministero di Rettore del Seminario di Fidenza; sottolineo la sua passione educativa con la quale ha saputo indicare il cammino di vita evangelica a quanti erano disponibili a far posto alla Parola nel loro cuore; richiamo alla memoria di tutti la sua apertura, senza pregiudizio alcuno, al ricco patrimonio della Chiesa d’Africa e all’accoglienza della comunità ortodossa del Patriarcato di Mosca presso la chiesa di S. Faustino; rifletto sulla sua insistenza con la quale esortava i suoi catechisti a cammini di formazione attorno alla Parola di Dio e agli insegnamenti del magistero della Chiesa. Tutto ciò è motivo di benedizione davanti al Signore. L’ascolto della Parola fatta carne nella vita di Gesù (evangelo) e, mediante lui, nel discepolo, esige l’umiltà dell’annuncio affinché chi l’accoglie proclami la fedeltà e la salvezza di Dio (cfr. Mt 5,16).

Infine, per quanti vivono nell’illusione di una sicurezza definitiva (vv. 14-18), frutto dell’opera delle proprie mani, il salmista chiede «tremore e conversione» affinché siano illuminati, si accorgano della loro stoltezza e dall’esperienza del loro disorientamento ritornino a Dio, compassionevole e grande nel perdono. Al riguardo, la parola di d. Remo assumeva anche il tono della critica, ma mai quello della polemica occulta e ostile, che getta il discredito e genera confusione. La sua critica era segno di ricerca e di dialogo, di edificazione e di comunione per discernere più in profondità quanto immediatamente non era evidente, sempre pronto anche a chiedere scusa, qualora vi fosse stata qualche incomprensione; il suo grazie non era mai in ritardo sulla meridiana del tempo di Dio.

Alla comunità dei credenti è affidata la bellezza e la fedeltà del ministero di d. Remo, svolto per la causa dell’evangelo, contro ogni mondanizzazione e ogni riduzione di esso a convenienze prudenziali, che attendono un tornaconto immediato. Il salmista lo ribadisce con forza: «Per me sta scritto sul rotolo del libro di compiere il tuo volere; mio Dio è questo ciò che desidero» (v. 8-9). Il sacerdote d. Remo ha desiderato solo questo: compiere la volontà dell’unico suo Signore.

Il suo nome e il bene da lui compiuto rimangano in perenne benedizione davanti a Dio e nella memoria viva di quanti lo hanno incontrato.

+ Ovidio Vezzoli

vescovo

NOTA! Questo sito utilizza solo cookies tecnici strettamente necessari al suo funzionamento, NON sono presenti cookies di tracciamento dell'utente

Puoi "Approvare" o leggere le note tecniche di riferimento... Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.
Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.
Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.
Cookies tecnici
I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.
Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.
Tipologie di cookies utilizzati
Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.
Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.
Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.
Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.
Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.
Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.
Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie
Prima parte Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata
Cookie persistente


2) Tipologia di Cookie
Prima parte - Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)


3) Tipologia di Cookie
Prima parte - Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)
Come modificare le impostazioni sui cookies
La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.

 

Informativa Privacy ai sensi del RE 2016/679