BannerTopDEF2

Fidenza onora i caduti nell'anniversario dell'unità nazionale

Nell'anniversario dell'unità nazionale e nella Giornata delle Forze Armate anche il Comune di Fidenza prevede un programma di manifestazioni nel rispetto delle norme restrittive decise dal Governo a causa della pandemia da coronavirus. Domenica 8 novembre alle ore 8 in piazza Garibaldi benedizione delle corone d'alloro seguita dalla loro deposizione presso tutti i monumenti ai caduti della città e nella frazione di Castione Marchesi. Alle ore 9.15 avrà luogo la celebrazione eucaristica presso la chiesa di S. Pietro in suffragio ai caduti durante le due guerre mondiali. Alle ore 10 avrà luogo la deposizione della corona d'alloro ai piedi del monumero dei caduti nel parco delle Rimembranze con l'esecuzione dell'inno nazionale. Interverranno il sindaco di Fidenza Andrea Massari e il presidente della ANCR di Fidenza Ambrogio Ponzi. La cerimonia sarà allietata dalle musiche della banda municipale "Città di Fidenza".

Un successo la raccolta alimentare per le missioni a Sighet

Domenica 25 ottobre p. Filippo Aliani, cappuccino presso la parrocchia di S. Francesco a Fidenza e missionario prima in Romania e poi in Georgia, ha tenuto una toccante testimonianza durante le celebrazioni eucaristiche nell'unità pastorale di Pieveottoville, Ragazzola e Stagno. In occasione dell'ottobre missionario è stata promossa una raccolta di generi alimentari a lunga conservazione e di beni di prima necessità a favore delle missioni che i cappuccini portano avanti in Romania. L'iniziativa ha avuto successo e quanto raccolto verrà consegnato il mese prossimo alle famiglie povere e ai bimbi ospiti delle case famiglia di Sighet, dove i cappuccini hanno creato importanti opere sociali.

cf261478 3a66 49b0 83f2 214fdf224fc3

21d649e7 f307 4d79 b3e7 db352e49fe0a

Celebrazioni nella solennità di Ognissanti

Domenica 1 novembre alle ore 15 presso la cappella del cimitero di Fidenza avrà luogo la celebrazione eucaristica nella solennità di Ognissanti. Lunedì 2 novembre alle ore 15.30 sempre presso la cappella del cimitero avrà luogo la celebrazione eucaristica presieduta dal Vescovo Ovidio e preceduta dalla recita del Rosario. In questa giornata le s. Messe mattutine sono state sospese. Alle ore 18 in Cattedrale a Fidenza il Vescovo Ovidio presiederà la s. Messa  suffragio dei vescovi, dei presbiteri e dei diaconi defunti.

Un nuovo decreto del Consiglio dei Ministri

 Il presidente del Consiglio dei ministri domencia 25 ottobre ha firmato un nuovo decreto che supera il precedente. Esso sarà in vigore fino al 24 novembre. Queste sono le regole e questi i divieti fissati dal Dpcm del governo per limitare i contagi da Covid-19 nel settore del commercio e l’attività degli esercizi pubblici. Tutte le attività sono consentite rispettando gli obblighi del distanziamento e l’uso obbligatorio delle mascherine sia all’aperto che al chiuso. La scelta di lasciare aperti i ristoranti e i bar la domenica e i giorni festivi è stata presa dopo la richiesta presentata dai governatori e il parere positivo del Comitato tecnico scientifico. Nel verbale consegnato al governo gli esperti hanno evidenziato come l’apertura dei locali pubblici nei giorni di festa sia «opportuna perché limita gli incontri all’interno delle abitazioni» e consente gli incontri nel rispetto delle regole e dei protocolli.

Ristoranti, tavoli da 4 e dopo le 18 rimane l’asporto

I ristoranti, i bar, i pub, le gelaterie e le pasticcerie possono rimanere aperti «dalle ore 5 alle 18. Il consumo al tavolo è consentito per un massimo di quattro persone per tavolo, salvo che siano tutti conviventi». Dopo le 18 «è vietato il consumo di cibi e bevande nei luoghi pubblici e aperti al pubblico ma resta consentita senza limiti di orario la ristorazione negli alberghi e in altre strutture ricettive limitatamente ai propri clienti, che siano ivi alloggiati». Inoltre, «è fatto obbligo nei locali pubblici e aperti al pubblico, nonché in tutti gli esercizi commerciali di esporre all’ingresso del locale un cartello che riporti il numero massimo di persone ammesse contemporaneamente nel locale». Le regole applicate ai ristoranti sono estese anche alle strutture agrituristiche.
Resta «sempre consentita la ristorazione con consegna a domicilio, nonché fino alle ore 24 la ristorazione con asporto, con divieto di consumazione sul posto o nelle adiacenze». Continuano ad essere consentite le attività delle mense e del catering». Restano infine «aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti».

Shopping: nei negozi si resta solo il tempo utile per gli acquisti

I saloni di bellezza, i parrucchieri e i barbieri possono continuare a lavorare. Anche i negozi al dettaglio come calzature, abbigliamento, accessori, librerie, profumerie restano aperti senza limiti d’orario, ma devono rispettare le regole: dalla distanza di un metro agli ingressi dilazionati dei clienti. La novità è nel passaggio in cui il governo chiede agli esercenti «che venga impedito di sostare all’interno dei locali più del tempo necessario all’acquisto dei beni». A loro è anche richiesto il rispetto dei protocolli e delle linee guida. Oltre ai negozi di generi alimentari e alle farmacie, rimangono aperti i centri commerciali.

Cinema e teatri chiusi, al museo accessi regolati

Il nuovo decreto chiude per un mese cinema e teatri: «Sono sospesi gli spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto». I musei restano aperti e così gli altri «istituti e luoghi della cultura», come aree archeologiche e monumenti. Gli ingressi del pubblico sono contingentati, i visitatori devono rispettare la distanza di almeno un metro e gli assembramenti sono vietati. Convegni, congressi e altri eventi sono sospesi, «a eccezione di quelli che si svolgono con modalità a distanza». Anche i parchi tematici e di divertimento restano sospesi fino alla scadenza del decreto.

Trasporti: sì alla mobilità tra Regioni (a meno di ordinanze locali)

Nel Dpcm non è stata inserita alcuna norma specifica sui trasporti pubblici e quindi la capienza rimane fissata all’80%. È stata invece inserita un’esortazione ai cittadini: «È fortemente raccomandato a tutte le persone fisiche di non spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, salvo che per esigenze lavorative, di studio, per motivi di salute, per situazioni di necessità o per svolgere attività o usufruire di servizi non sospesi». Rimangono consentiti sia gli spostamenti tra i comuni, sia quelli tra una regione e l’altra a meno che non ci siano ordinanze specifiche firmate dai governatori come in Campania.

Neocatecumenali, nuovo ciclo di incontri

A partire da lunedì 26 ottobre alle ore 20.45 il movimento dei neocatecumenali invita a un ciclo di incontri che si terranno presso la parrocchia di s. Paolo Apostolo due volte alla settimana nei giorni di lunedì e giovedì. Il titolo del ciclo di incontri è “In questo momento così difficile Dio ti ama e ti vuole incontrare”. È previsto anche un servizio gratuito di baby-sitter. Per info: tel. 0524/526166.

Rinvio delle iniziative culturali

In ottemperanza all’ultimo decreto emanato dal Consiglio dei Ministri, dettato dalle preoccupazioni suscitate dalla ripresa dei contagi nel territorio nazionale, la ripartenza delle iniziative iculturali proposte sul territorio fidentino subirà alcuni cambiamenti.
Gli ultimi due incontri del ciclo di conferenze collaterali al percorso “Antelami a Fidenza” avranno luogo esclusivamente via streaming e non più in presenza.
Il link per seguire in diretta gli incontri è il seguente: https://www.youtube.com/channel/UCXWnmb0TLVspz0PFxl_GeKA/live
Queste le due conferenze in programma:

VENERDÌ 23 OTTOBRE - H 20,30
I cantieri medievali della Cattedrale di san Donnino e il sarcofago paleocristiano che accolse i resti di San Donnino
Nadia Montevecchi, Roberta Conversi e Barbara Zilocchi

SABATO 31 OTTOBRE - H 20,30
Conferenza itinerante. Cristiano Dotti, Elena Nironi, Maria Parente e Barbara Zilocchi

Per quanto invece riguarda il ciclo di incontri della Festa internazionale della Storia:

Sarà possibile visionare attraverso il canale Youtube del Comune di Fidenza la conferenza della prof.ssa Daniela Romagnoli e le considerazioni dell'ing. Massimo Tedeschi in occasione del ventennale del conferimento della cittadinanza onoraria di Fidenza allo storico Jacques Le Goff.

E' invece rimandata a data da destinarsi l'assegnazione del premio intitolato a don Amos Aimi, previsto per sabato 24 ottobre presso il Ridotto del teatro Magnani. La conferenza del prof. Claudio Saporetti sul tema "Medioevo di Borgo" prevista per il 28 ottobre è invece annullata.
 

 

Rinviata l'assegnazione del premio "Don Amos Aimi"

Sabato 24 ottobre alle ore 11 presso il teatro Magnani di Fidenza avrebbe dovuto essere assegnato il "Premio don Amos Aimi". L'iniziativa si inseriva all'interno della Festa internazionale della Storia. Come ha sottolineato l'assessore alla Cultura, prof.ssa Maria Pia Bariggi: "Il condizionale è d'obbligo perché l'andamento della pandemia impone una prudenza che ne ha determinato il rinvio a data da destinarsi. Questo nulla sottrae all'importanza del premio che trova motivazione nelle sempre numerose ricerche storiche che custodiscono la memoria e che aiutano a cogliere il significato profondo del divenire del territorio. Soprattutto nessun rinvio potrà attutire la memoria di don Amos Aimi, archivista della curia vescovile, bibliotecario del seminario vescovile, canonico penitenziere della Cattedrale, parroco di Bastelli, amministratore parrocchiale di Chiusa Ferranda, studioso appassionato e instancabile della storia di Fidenza, come testimoniano i saggi da lui scritti e curati".

Il solenne pontificale in onore di San Donnino martire

In una Cattedrale gremita di fedeli anche se con le restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria, ha avuto luogo il solenne pontificale in onore di San Donnino Martire, patrono della diocesi e della città di Fidenza. Il rito, presieduto dall’arcivescovo di Bologna, card. Matteo Zuppi, è stato preceduto dal saluto del vescovo di Fidenza mons. Ovidio Vezzoli che, richiamandosi alla sua Lettera pastorale 2020-21, ha sottolineato che proprio la testimonianza del martire ci chiama a ricominciare dall’Evangelo perché la fede professata dai cristiani sia davvero seme anche per coloro che non credono. E ha così proseguito: “Un nuovo anno pastorale ci sta davanti come dono della misericordia di Dio. In continuità con la Chiesa delle origini che a Gerusalemme, come è scritto negli Atti degli Apostoli, vive la fede nell’ascolto della Parola di Dio, nell’Eucarestia, nella preghiera e nella fraternità, anche noi ci accingiamo a compiere il nostro cammino a partire proprio dalla Parola del Signore che orienta le nostre scelte e sostiene la fatica della missione”. Nel prendere la parola il card. Matteo Zuppi ha iniziato la sua omelia nel ricordare il sacrificio del martire Donnino ha sottolineato che in lui la comunità cristiana di Fidenza si identifica e trae linfa dalla sua testimonianza. E questa identità ci fa sentire appartenenti a un popolo e a condividere la speranza in un cammino comune: “Come ci ricorda Papa Francesco, nessuno si salva da solo. Siamo tutti sulla stessa barca ed è importante sentirci parte integrante di una medesima comunità per la profonda trama di relazioni che, uniti al Signore, stabiliamo anche fra di noi. Ne abbiamo un grande bisogno, proprio nel momento in cui la pandemia da coronavirus ci ha fatti sentire più fragili. Chi non si è sentito fragile in questo difficile momento di prova? Pensiamo alle persone che ci hanno lasciato, ai malati, agli anziani, alle persone sole: la solitudine è forse la sofferenza più grande. Guai a noi se questa esperienza che ha scavato in noi un abisso di dolore ci lasciasse ancora indifferenti! Abbiamo capito la forza e l’insidia del male, le sue conseguenze immediate e quelle che purtroppo ci accompagneranno anche in seguito. Ma la risposta a tutto questo non risiede nella paura o nella rassegnazione che ci fanno rinchiudere in noi stessi, ma proprio in quello che stiamo vivendo oggi in questo giorno di festa. Uniti intorno a San Donnino siamo chiamati a ritrovare le radici profonde della nostra fede e comprendiamo come il suo esempio sia di grande insegnamento per noi. San Donnino era discepolo di Gesù, un santo della porta accanto, martire perché testimone e non viceversa! I martiri non sono eroi da ammirare o da collocare in un punto inaccessibile per giustificare la nostra mediocrità: sono coloro che, come i medici e gli infermieri nonché i sacerdoti e i religiosi che si sono presi cura degli altri senza preoccuparsi delle conseguenze e a causa di tutto questo hanno dato la vita, ci indicano la strada da percorrere. Come ha fatto San Donnino, hanno ascoltato e messo in pratica la Parola di Dio: nessun calcolo e nessuna convenienza nei loro gesti, ma solo l’amore. Perché solo in nome dell’amore si è capaci anche di dare la vita. Noi oggi non siamo chiamati al martirio, ma tutti siamo chiamati a vivere in nome di questo amore i nostri giorni e le nostre prove. Il seme della nostra vita, come ci ricorda il Vangelo di Giovanni che abbiamo proclamato in questa celebrazione, serve e da frutto solo se muore a se stesso e si comunica agli altri. Questa è la gioia vera: vedere i frutti non in noi stessi ma negli altri. Questa è la gloria di Cristo della quale si è rivestito San Donnino: un amore più forte del male che rivela oggi la gloria piena in Dio della vita futura”. Al termine della celebrazione al cardinal Zuppi e ai Canonici del Capitolo della Cattedrale è stato donato un esemplare prezioso di acquaforte originale su rame di Andrè Beuchat. Al Vescovo Ovidio inoltre è stata donata la pergamena papale in occasione del suo 40esimo anniversario di sacerdozio.

IMG 8327 IMG 8353

 

Sottoscrivi questo feed RSS

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.
Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.
Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.
Cookies tecnici
I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.
Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.
Tipologie di cookies utilizzati
Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.
Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.
Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.
Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.
Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.
Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.
Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie
Prima parte Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata
Cookie persistente


2) Tipologia di Cookie
Prima parte - Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)


3) Tipologia di Cookie
Prima parte - Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)
Come modificare le impostazioni sui cookies
La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.