BannerTopDEF2

Kazakhstan: la missione di mons. Adelio Dell'Oro, Vescovo di Karaganda

Mi rivolgo a te per chiederti un aiuto al fine di realizzare un’Opera, ai cui costi da solo non riesco a far fronte, che ospiterà il centro il “Faro” e che credo sia frutto non di un mio progetto, ma della Divina Provvidenza.

Due sono le circostanze, che mi hanno sollecitato ad assumermi la responsabilità di realizzare questa Opera:

1. Nel 2015, quando sono stato inviato a servire la diocesi di Karaganda, nel territorio della Cattedrale ho trovato le fondamenta di un edificio che, nelle intenzioni del Vescovo di allora doveva servire a un’opera caritativa. Ma, per mancanza di soldi, la costruzione non ha potuto essere effettuata. Ho saputo in seguito che, nel contratto di acquisto del territorio in cui sono state poste le suddette fondamenta, c’era la clausola di realizzare la costruzione entro 3 anni dalla stipulazione del contratto stesso e, qualora non si fosse fatto nulla, le autorità comunali avrebbero avuto il diritto di toglierci la proprietà del terreno. Proprio l’estate scorsa, il Comune ci ha inviato ufficialmente l’ingiunzione di restituire il terreno. Ora, con l’aiuto dei nostri giuristi, siamo in trattative col Comune per trovare una via di uscita. In questi anni ho provato a mettere in piedi alcuni progetti, come un policlinico, una scuola, ma per insufficienza di fondi e a malincuore, vi ho dovuto rinunciare.

Centro adolescenti disabili 5

2. La seconda e ancora più importante circostanza è legata al tentativo di realizzare un’opera caritativa a favore degli adolescenti, con problemi di handicap fisici e psichici. Dal settembre 2020, e questo è avvenuto dopo aver accompagnato in paradiso Galia, una nostra amica muratrice, ammalatasi di tumore (ritengo che ciò che è nato sia il dono che ci ha lasciato), un gruppo di una dozzina di adulti, tra cui alcune insegnanti di un ginnasio di Karaganda, insieme a un gruppetto di giovani, ha iniziato un’attività con questi adolescenti tre volte la settimana, presso i locali della Caritas diocesana. Hanno chiamato questo centro “Il Faro”. È un’attività meravigliosa e, per chi se ne è assunto l’iniziativa, è un’esperienza di caritativa, di gratuità, ma purtroppo, a causa della pandemia, sono costretti a limitare il numero di questi adolescenti con problemi. Ora sono circa 20 gli adolescenti che lo frequentano, ma molti altri genitori chiedono la possibilità di partecipazione per i loro figli. Questi ragazzi e ragazze, a 16 anni finiscono le attività negli Istituti “speciali” a loro dedicati e poi non hanno più nulla e sono costretti a stare “nascosti” in casa. E questa è una profonda ferita per la loro dignità umana e causa una grande sofferenza ai loro genitori. I genitori di questi adolescenti “speciali”, che sono coinvolti attivamente in questa attività, e che anch’io ogni tanto incontro, sono contentissimi e hanno grandi aspettative, perchè i propri figli possano continuare uno sviluppo umano, fisico e psichico, fino, un domani, ad arrivare a poter svolgere, secondo le possibilità di ciascuno, anche un lavoro utile nella società, remunerato anche in termini economici. Col passare del tempo, mi sono reso conto che sarebbe servita una presenza qualificata, sia in termini di esperienza cristiana, sia in termini professionali, che potesse far diventare questa caritativa un’Opera. Allora, dallo scorso maggio, ho iniziato a prendere contatto con la Superiora generale delle Suore di San Giuseppe Benedetto Cottolengo, che lavorano e servono nella Piccola Casa della Divina Provvidenza a Torino (e in tanti altri luoghi d’Italia e del mondo, soprattutto in India).

Abbiamo avuto un paio di incontri online con Madre Elda Pezzuto, la Superiora generale, e alcune Suore del suo Consiglio e che operano in India. Ho poi chiesto a Madre Elda di poterci inviare alcune sue Suore a sostenere questa Opera. Questa Opera sarebbe una grande testimonianza della carità di Cristo per l’uomo nella nostra società, in questo Paese a prevalenza musulmano. All’inizio di dicembre mi sono recato al Cottolengo, a Torino, e ho avuto un incontro con Madre Elda e alcune Suore del suo Consiglio e, a metà dicembre, ho ricevuto da lei la risposta ufficiale, che ci manderà 3 Suore a iniziare questa Opera. Ovviamente i nostri amici di Karaganda, che fanno questa attività caritativa, sono ben lieti di poter collaborare con le Suore di detta Congregazione.

Centro adolescenti disabili 12

3. La costruzione dell’edificio, dove si svolgeranno le attività. Ho preso allora contatto con il mio amico architetto, Paolo Trombino, che ha preparato una bozza del progetto edilizio completo. La realizzazione avverrà però in due tappe. All’inizio i locali per le attività indispensabili, sia per gli adolescenti che per i servizi di direzione, amministrazione e accoglienza. In un secondo momento, se Dio vorrà, ci sarà la realizzazione della seconda parte del progetto edilizio. Ora il progetto è stato necessariamente affidato a un architetto locale e a una giurista locale per l’ottenimento dei permessi di costruzione.

4. Un’opera esige innanzitutto la costituzione di un soggetto che se ne faccia carico pienamente, che si prenda la responsabilità di condurre da tutti i punti di vista (educativo, organizzativo, logistico, economico, ecc.) un’attività stabile, che cerchi di rispondere ai problemi concreti incontrati. Per noi cristiani poi un’opera ha il suo pieno valore in questo: rispondendo gratuitamente a un bisogno urgente delle persone incontrate, offrire attraverso le risposte anche tecniche (psicologiche, mediche, ecc.) “la” risposta al bisogno totale dell’uomo, che è Gesù. Esattamente come Lui stesso, che ha voluto rispondere al bisogno di guarigione dei 10 lebbrosi, ma il miracolo vero e totale lo ha ricevuto soltanto l’unico, che avendo preso coscienza di Chi glielo aveva fatto, è tornato a ringraziarlo.

Questo progetto lo realizzerà la diocesi di Karaganda, che sarà proprietaria dell’edificio. Il soggetto che condurrà l’opera (le Suore del Cottolengo) dovrà darsi un volto giuridico e fare un contratto, magari in comodato per un certo numero di anni, degli spazi dell’edificio per un tempo e per un uso determinato con l'obbligo alla scadenza del contratto di restituire quanto ricevuto.

La responsabilità del centro “Il Faro” sarà affidata appunto alla Congregazione di San Giuseppe Benedetto Cottolengo, anche in una possibile collaborazione con MASP, la cui direttrice è Silvia Galbiati, che potrà offrire la propria lunga esperienza di venti anni di lavoro in questo campo proprio qui in Kazakhstan, ad Almaty. Occorrerà poi confrontarsi con la Congregazione e accogliere la loro proposta e i loro metodi di lavoro a tutti i livelli.

Centro adolescenti disabili 17

Per tutto quanto ti ho scritto e per la storia e le ragioni di questo Progetto, anche se con molto tremore, oso rivolgermi a te per chiederti un aiuto, non importa quanto. Desidero tanto, caro amica, caro amico, che ti senta totalmente libera\o nel rispondere a questa mia richiesta e che non ti senta in nulla “costretta\o”. Se fosse così, cestina e dimentica questa mia lettera. A me interessa non l’elemosina, ma la carità, come dice san Paolo: “Ciascuno dia secondo quanto ha deciso nel suo cuore, non con tristezza né per forza, perché Dio ama chi dona con gioia” (2 Cor 9,7).

Diceva Santa Teresa di Calcutta: “Quello che facciamo è soltanto una goccia nell’oceano, ma se non ci fosse quella goccia, l’oceano sarebbe più piccolo. L’importante non è ciò che facciamo, ma quanto amore mettiamo in ciò che facciamo; bisogna fare piccole cose con grande amore”.

+Mons. Adelio Dell'Oro, Vescovo di Karaganda

 

Per aiutare la Missione di Mons. Adelio Dell'Oro in Kazakhstan è possibile:

Inviare un bonifico alla:

Associazione Beato Serafino Morazzone - Onlus

Codice IBAN - IT29V0569622903000004546X93

Codice BIC/SWIFT - POSOIT22XXX

Banca Popolare di Sondrio

Agenzia di Lecco - Agenzia N° 3

Mettere sempre la causale e i dati di chi fa il bonifico.

 

NOTA! Questo sito utilizza solo cookies tecnici strettamente necessari al suo funzionamento, NON sono presenti cookies di tracciamento dell'utente

Puoi "Approvare" o leggere le note tecniche di riferimento... Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.
Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.
Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.
Cookies tecnici
I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.
Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.
Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.

La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.
Tipologie di cookies utilizzati
Cookies di prima parte:
I cookies di prima parte (ovvero i cookies che appartengono al sito dell’editore che li ha creati) sono impostati dal sito web visitato dall'utente, il cui indirizzo compare nella finestra URL. L'utilizzo di tali cookies ci permette di far funzionare il sito in modo efficiente e di tracciare i modelli di comportamento dei visitatori.
Cookies di terzi:
I cookies di terzi sono impostati da un dominio differente da quello visitato dall'utente. Se un utente visita un sito e una società diversa invia l'informazione sfruttando quel sito, si è in presenza di cookies di terze parti.
Cookies di sessione:
I c.d. ‘cookies di sessione’ sono memorizzati temporaneamente e vengono cancellati quando l’utente chiude il browser. Se l’utente si registra al Sito, può utilizzare cookies che raccolgono dati personali al fine di identificare l’utente in occasione di visite successive e di facilitare l'accesso - login al Sito (per esempio conservando username e password dell’utente) e la navigazione sullo stesso. Inoltre Open Source Solutions utilizza i cookies per finalità di amministrazione del sistema. Il Sito potrebbe contenere link ad altri siti. Open Source Solutions non ha alcun accesso o controllo su cookies, web bacon e altre tecnologie di tracciamento usate sui siti di terzi cui l’utente può accedere dal Sito, sulla disponibilità, su qualsiasi contenuto e materiale che è pubblicato o ottenuto attraverso tali siti e sulle relative modalità di trattamento dei dati personali; Open Source Solutions a questo proposito, considerata la mole di tali siti terzi, declina espressamente ogni relativa responsabilità. L’utente dovrebbe verificare la privacy policy dei siti di terzi cui accede dal Sito per conoscere le condizioni applicabili al trattamento dei dati personali poiché la Privacy Policy di Open Source Solutions si applica solo al Sito come sopra definito.
Cookies persistenti:
I cookies persistenti sono memorizzati sul dispositivo degli utenti tra le sessioni del browser, consentendo di ricordare le preferenze o le azioni dell'utente in un sito. Possono essere utilizzati per diversi scopi, ad esempio per ricordare le preferenze e le scelte quando si utilizza il Sito.

Cookies essenziali:
Questi cookies sono strettamente necessari per il funzionamento del Sito. Senza l'uso di tali cookies alcune parti del Sito non funzionerebbero. Comprendono, ad esempio, i cookies che consentono di accedere in aree protette del Sito. Questi cookies non raccolgono informazioni per scopi di marketing e non possono essere disattivati.
Cookies funzionali:
Questi cookies servono a riconoscere un utente che torna a visitare il Sito. Permettono di personalizzare i contenuti e ricordate le preferenze (ad esempio, la lingua selezionata o la regione). Questi cookies non raccolgono informazioni che possono identificare l'utente. Tutte le informazioni raccolte sono anonime.
Cookies di condivisone sui Social Network:
Questi cookies facilitano la condivisione dei contenuti del sito attraverso social network quali Facebook e Twitter. Per prendere visione delle rispettive privacy e cookies policies è possibile visitare i siti web dei social networks. Nel caso di Facebook e Twitter, l'utente può visitare https://www.facebook.com/help/cookies e https://twitter.com/privacy.
Nello specifico, si riporta di seguito la lista dei principali cookies utilizzati sul Sito e relative descrizioni e funzionalità, compresa la durata temporale.

1) Tipologia di Cookie
Prima parte Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Recuperare le impostazioni dell'utente (salvare la sessione dell'utente e ricordare alcune impostazioni come le impostazioni di accessibilità)
Durata
Cookie persistente


2) Tipologia di Cookie
Prima parte - Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Memorizzare il luogo dell'utente e ricordare le impostazioni di lingua (in forma anonima)


3) Tipologia di Cookie
Prima parte - Funzionale
Provenienza
Open Source Solutions
Finalità
Personalizzare il contenuto della pagina a seconda del dispositivo utilizzato dall'utente, delle sue scelte e delle impostazioni (in forma anonima)
Come modificare le impostazioni sui cookies
La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.

E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.
Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.

 

Informativa Privacy ai sensi del RE 2016/679